domenica 14 marzo 2010

Al di là di un numero

"Ad una donna non si deve chiedere mai l'età"
In fondo si domanda solamente la data più bella della nostra vita, che ha segnato il nostro arrivo al mondo. Cosa c'è di strano?! 
Da "profana", mi viene da pensare che inconsciamente quando si pone questa domanda scattino alcuni meccanismi dettati da luoghi comuni...
Come se nel chiedere l'età si facesse riferimento a degli standard di vita, a delle tappe ben precise... e dove c'è scritto tutto ciò!! 
Io stessa ho provato questa sensazione. Sono Martina e sono felice delle mie conquiste, grandi e piccole che siano, delle mie scelte...di cui sono più o meno soddisfatta, e di tutte le mie esperienze. Anche di quelle che ancora non ho gustato.
Se a 20 anni non si è ancora inciampati sull' "amore" con la "a" maiuscola chi vi dice che non si è perdutamente innamorati di tante altre cose?! e si stia solamente aspettando che sia il cuore a sentirne il bisogno!
Se a 25 anni non si ha appeso in camera il famoso pezzo di carta chi vi dice che vi è stata la possibilità, che in quel momento la mente desiderava divorare libri su libri!
Se a 30 anni non...
Se a 40 anni non...
Se a 50 anni non...
Se a 60 anni non...
Potrei andare avanti e riempire tutti questi "non" ma non lo voglio fare...
perché credo fortemente nella unicità di ogni persona ed è proprio questa che la rende Meravigliosa. Coi suoi pregi coi suoi difetti, con le sue esperienze vissute nella realtà e altre solo nei sogni, con i suoi desideri e con le sue debolezze... 
Ho il piacere di entrare in alcune vite straordinarie ma lontane anagraficamente dalla mia... e mi accorgo di quanto si possano assaporare "aggettivi" a loro estranei se ci riferiamo a quella classifica...dove gli anni sono dei "punti fedeltà" e alla fine di ogni decennio si ottengono dei premi...
un diploma, una macchina, un lavoro, un figlio, un matrimonio, un nipote...
Ho visto donne materne anche un po' teenager... che sanno volare da un fiore maturo ad uno ancora infantile... che sanno donarti la poliedricità di questa loro età. Sì proprio così... a volte rimango affascinata e provo ad apprendere un pizzico della loro "età".
Ho rubato in giro delle frasi che segneranno la mia crescita ed anche grazie a queste imparerò, come appunto sto raccontando qua, a cogliere solo il sapore più buono di questa importante nostra cifra.
Anna Magnani disse "Non togliermi le rughe perchè ci ho messo una vita a farle"...questa frase è esemplare se la inseriamo nel contesto attuale dove si rincorre l'eterna giovinezza fisica con creme, trucco e chirurgia.
Anche la pelle di una bimba va profumata, resa morbida e soffice... cosa cambia col tempo?! 
Dal libro "Le donne non invecchiano mai" di Iaia Caputo vi regalo i miei appunti... "c'è la storia di tutti i miei sorrisi, tutte le mie risate sulla mia faccia", pensate al faccino di tanti neonati...splendido...come un quaderno appena aperto, di fogli ancora tutti bianchi.
Inizia così un paragrafo del libro "Forse i quarant'anni sono l'età più bella, quella della compiutezza non priva però di curiosità, di forza....La vita magari non ha mantenuto tutte le promesse, ma in compenso si delinea un orizzonte che quasi sempre corrisponde, se non a quello che avremmo voluto essere, almeno a quel che davvero siamo....guardiamo a quanto abbiamo con qualche gratitudine di più o con qualche asprezza di meno" 
Si sa su quale treno ci si trova e verso che meta si sta viaggiando...si sa sfogliare le fotografie delle stazioni lasciate alle spalle... si sa che se il proprio  binario ramificherà si saprà in quale direzione andare... Si sa amare tutto il proprio cammino!
"Il tempo è come una coperta troppo piccola, si cerca di tirarla da tutte le parti"...ci sono giorni che vivo in credito di tempo, giorni spesi ad occupare felicemente il mio tempo, con della musica coi colori con le parole..e poi  penso a quando sarò in debito di tempo e imparerò ad apprezzare di più il suo valore.


L'età è una bellissima decorazione accanto al nostro nome, qualunque essa sia...
Non desidero mai sapere "Quanti anni hai?"
Desidero invece stringere la mano e conoscere piano piano il cammino che ha accompagnato il passato, il presente e soprattutto il futuro!


2 commenti:

Angelo ha detto...

Dico spesso: l'età non è un problema se la parte più bella della vita deve ancora venire e poiché sono sicuro che è così, vivo con gioia ogni esperienza e guardo alla vita con gli occhi di un bambino, pieno di curiosità e di voglia di scoprire.
Credo che lasciare da parte gli stereotipi sull'età sia un grande passo verso la felicità: sì, lasciate anche a me le mie rughe.

Début du Siècle ha detto...

Mi piace il tuo post, sottoscrivo ogni parola "colorata".
Bellissima l'idea della firma!

Un caro saluto