sabato 6 marzo 2010

C'era una volta la calligrafia..


..con la sua bellezza, con la sua straordinaria eleganza...accompagnata da un raffinato pennino e da un profondo inchiostro...
Ho avuto il piacere di ascoltare racconti di giovani alle prese, tra i banchi di scuola, con le temute macchie nere sul grembiule bianco, sui fogli ancora vuoti...scrivere era sì un piacere ma soprattutto attenzione e tanta cura.
Che soddisfazione si doveva provare nel trovarsi tra le mani un intero foglio, senza righe quadretti, tutto scritto a mano senza sbavature e senza errori!
Già perchè se noi abbiamo il tasto "Canc", usatissimo, a quei tempi bisognava stare tanto tanto attenti, oppure c'era sempre la possibilità di accartocciare il foglio, buttarlo nel cestino e cominciare da capo.
L'arrivo del cellulare e ancor di più del computer ha fatto svanire questa magia...perdendo il piacere di sentir scorrere la biro sul foglio! Mi accorgo sempre più di quanto oggi sia più semplice e spontaneo inviare una mail, un sms, una cartolina virtuale piuttosto che scrivere una lettera, una cartolina o un piccolo biglietto d'auguri.
Fate il gioco delle differenze!
Non ci sono paragoni, è immensa l'emozione che si prova nell' "assaporare" il retrogusto che si cela dietro la calligrafia... ha un sapore dolce se esprime gioia, felicità...un sapore salato se c'è un pizzico di emozione...un sapore amaro se nasconde un po' di timore...
Proprio così...il testo creato con la nostra scrittura è Nostro, parla di noi e del nostro stato d''animo...
Facciamolo volare!!!!
e regaliamo un pezzetto di noi con la Nostra, Unica, Irripetibile Calligrafia!!

4 commenti:

Début du Siècle ha detto...

Ciao Animanitram la tecnologia ci aiuta semplificando e velocizzando le nostre azioni. Purtroppo, come rovescio della medaglia, ci sta lentamente allontanando da valori e da comportamenti che sebbene macchinosi, lenti, a volte anche teatrali, rappresentavano tempo fa la nostra pura essenza umana. Eroe è colui che riesce a mantenere vivi quei colori, ricordi e gesti che inconsapevolmente ci tenevano legati a qualcosa di reale. Complimenti per il tuo blog. Mi piace, ti ho aggiunto ai miei link.
Un saluto

Martina ha detto...

Ti ringrazio Début du Siècle, mi fa molto piacere sapere che il blog abbia dei sostenitori. Ho appena visto che hai pubblicato il link. Sono onorata e senza parole!
Ricambio volentieri, il tuo blog è già nella lista dei miei preferiti!

E' curioso come si possa usare uno dei nuovi, comodi strumenti per trasmettere la magia di questi ormai "inconsueti" e "antichi" gesti.

A presto
Animanitram

Début du Siècle ha detto...

Si è un meraviglioso connubio che non deve essere spezzato.
Grazie per la tua risposta, la tua richesta su Fb e i tuoi apprezzamenti, che naturalmente ricambio;)
A presto!

Killo ha detto...

Io vedo mio nipote che fà la prima elementare e giurgo che per esempio non mi ricordavo nemmeno più come si facesse la T in corsivo...