giovedì 24 maggio 2007

E' giunto il momento di scrivere qualcosa sulla mia facoltà...dopo quasi 7 mesi mi appartiene totalmente e pian pian entra nella mia vita.
Premetto che scrivo questo post anche per ricevere dei consigli!
Il corso di laurea che sto frequentando è Scienze e Tecnologie Orafe, un corso nato da pochi anni, la cui particolarità è il numero basso di iscritti, circa una decina di persone...!
Non sto a scrivere tutte le informazioni sul corso...c'è un sito (un pò molto carente e orribile) che tenta di spiegare tutte le sfacettature del corso, http://scienzeorafe.mater.unimib.it/!
E' stato il destino che ha voluto che "scegliessi" questa laurea...devo dire che quando ho saputo di non essere presa al politecnico per design è stato un periodo difficile da affrontare, lo sintetizzo con una frase "vivere senza una meta, un obbiettivo"....
poi grazie ad un amico ho rifletutto su questo corso e mi son iscritta...con una "non voglia"...ricordo ancora quando son entrata per la prima volta, non sopportavo qualsiasi cosa!
Pensavo sempre al "mio" politecnico!!
Ora, dopo 7 mesi, le cose son cambiate completamente....
non penso mai a design...scienze orafe mi piace...certo non posso dire che è semplice e divertente, ci son delle lezioni noiose, altre materie pesanti....l'idea di fare 4 fisiche nel corso delgi anni mi spaventa!
L'altra faccia della medaglia rispecchia il mio nuovo stato d'animo....grazie alle persone che ho conosciuto...son serena, felice...ogni giorno son contenta di prendere l'autobus e arrivare in aula, anche la peggiore lezione viene allietata dalle chiacchere e gli scherzi con gli amici!
Con alcuni ho legato tantissimo...sembra quasi che ci si conosce da una vita!
Ecco è proprio questo che mi spaventa in un certo senso...ho paura di scegliere di rimanere anche gli anni prossimi non per la facoltà ma per le persone, per l'ambiente....
Qualunque cosa accada ringrazio la bicocca per questo nuovo anno trascorso!
e...a tutte le persone che leggono e si sentono chiamate in causa Vi voglio bene!

13 commenti:

Anonimo ha detto...

marti??sono in causa?eheh
cmq hai ragione...a volte non si sa se bisogna andare avanti e pensare SOLO ed esclusivamente a se stessi e al proprio futuro oppure lasciarsi condizionare anke un pokino dall'ambiente esterno o dalle persone...beh io penso ke nasci solo e solo muori, ma non vivi solo, vivi a contatto con le persone, con gli amci, i famigliari...quindi perkè nn dovrebbero anke un pò condi
condizionare le tue scelte, non è poi così malvagia come cosa...ovviamente un pokino non obbligarti a fare qualcosa che non vuoi fae...spero che tu abbia capito il mio discorso...
ti voglio bene

sofy

Giulia ha detto...

Prima di tutto dirai la solita polemica e pitimina(si dice da me per una che guarda tutti i particolari,non so se a milano esiste) ma l'indirizzo del sito della facoltà è senza www. ,non penso che qualcuno andà a visitarlo cmq....
Sono contenta che dopo 7 mesi hai tolto i paraocchi e sei in dubbio,perchè mi dispiacerebbe se te ne andassi...non esagero se no mi rovino la reputazione di acida se scrivo cose troppo sdolcinate,accontentati di questo.
Mi trovo in disaccordo sul pensiero di sofia,non è vero che si nasce soli,anche se tua mamma fosse su un'isola deserta sareste cmq in due,e che si muoia soli ancora meno,e meno che uno abbia fatto qualcosa di abominevole nella sua vita avrà sempre qualcuno accanto,o cmq glielo auguro,perchè vivere senza nessuno che ti voglia bene,ti ami,ti stimi,ti rispetti è una cosa che non vorrei augurare neanche al mio peggior nemico(o nemica).
Cmq a parte questa digressione filosofeggiante nella vita bisogna saper rischiare,seguire il cuore,e fare quello che ci si sente,se poi la cosa è sbagliata e si può tornare indietro farla,se no cercare di rimediare al danno(nella lista delle cose non rientra l'omicidio nè tantomeno il suicidio,hai mai conosciuto qualcuno che tornasse indietro da un suicidio riuscito per rimediare al danno?)cmq...la vita è fatta di rischi,e sono quelli che ti rendono viva,vivere per far fare le scelte agli altri non è vivere ma subire...
tutto ciò per dire che la scelta che ti aspetta rientra in quelle rimediabili,ma qualunque strada avrà qualcosa da insegnarti.
Ora basta se no scrivo troppo...anche perchè tra poco arriva il mio moroso e...vi lascio immaginare...o imitare,scegliete voi o lettori del blog...
Buonaserata e buonanotte a tutti,per oggi non vi stanco più.

Lascio una citazione letta un paio di giorni fa proprio a proposito di quanto detto...


"Il coraggio è quasi una contraddizione in termini. Esso implica un forte desiderio di vivere che prende la forma di essere pronti a morire."

di un certo Chesterton(a navigare sulla rete cose non si trova...)

Notte

Luca ha detto...

che brava... ha corretto l'errore senza nemmeno dare a giulia della polemica e pitimina (tanto per fare un esempio), cosa che io avrei fatto subito... =P

cmq.. secondo me avete ragione più o meno entrambe.. certo,bisogna fare le proprie scelte spinti da ciò che ci sentiamo di fare, per cercare di realizzare noi stessi senza badare a molte cose inutili.. però ci sono (poche) cose che inutili nn sono e anzi nella vita possono risultare fondamentali, e dalle quali può facilmente dipendere la felicità.. e una di queste secondo me è proprio il rapporto con chi ci sta intorno, soprattutto sul luogo di lavoro/studio.. dal fatto che questo rapporto sia positivo o meno può dipendere quanta passione o pazienza mettiamo in quello che facciamo e quindi quanto riusciamo.. e leggendo quello che ha scritto martina si deduce che abbia instaurato veramente un gran bel rapporto tra voi orafi.. secondo me, trovare persone simpatiche è facile, ma trovare qualcuno a cui vuoi proprio bene è una cosa + rara.. pensa a questo, design o oriferia (io la chiamo così.. :D) sono pur sempre e solo un lavoro.. ma la vera vita trascorre con chi ti sta intorno..

buon weekend, orafe e orafi ;)

Martina ha detto...

Ringrazio tutti davvero!
luca mi hai stupita, hai scritto delle belle parole, serie e soprattutto che rispecchiano il mio stato d'animo! grazie!
buona domenica! a presto

Giulia ha detto...

ah,certo,Tisoi(Luca) bravo e io e Sofia niente...
brava brava...
ce ne ricorderemo...

Martina ha detto...

ho scritto ringrazio tutti! poi ho commentato il messaggio di luca...
cerca di ricordare tutto il resto!

Luca ha detto...

mi sembrava cosa buona e giusta, invece.. sempre la solita egocentrica sta giulia =P

Giulia ha detto...

ma lo sai che la mai memoria a breve termine non funziona...non posso tenere a mente tutto..
o forse perchè da Luca non ci si aspetta parole serie e quindi stupiscono di più?
era questo il messaggio nascosto?

Luca ha detto...

ma come!! da una persona seria come me ci si possono aspettare solo discorsi di un certo spessore... eh..


ehm... =P

ILARIA ha detto...

ciao a tutti, un po' in ritardo ma ho visto anche io tutto il discorso... sinceramente non mi sento di dire che qualcuno ha fatto un ragionamento "non giusto", perchè a leggerli bene sotto-sotto lo sono tutti, però il la penso così: credo che indipendentemente da con chi un nasce o cresce, ha sempre la possibilità di scelta nella vita. quando capita l'occasione giusta (o quella che noi riteniamo giusta) dobbiamo coglierla al volo, non lasciarla sfuggire e chiudersi a riccio attorno a questa, difendendola. naturalmente può capitare che sia una scelta "non proprio giusta" ma a tutto c'è rimedio ( a parte la morte, ma questo è tutt'altro argomento). Marty, non pensare a chi ti porta a fare una scelta, ma pensa a difendere la tua scelta fino in fondo, o fino a che la senti ancora come una tua scelta.
cmq qualsiasi decisione prendi, se le amicizie sono profonde, continueranno ad essere una luce nella tua vita!!
ti voglio bene...
ciao a tutti!

Anonimo ha detto...

signore del cielo che tristezza

elsa ha detto...

..Ma chi è l'anonimo esattamente sopra di me???!!!

elsa ha detto...

...marty, sai già più o meno come la penso in merito, fatti condizionare il meno possibile dall'ambiente esterno. Io ti consiglio di riprovare il test al politecnico, in base al risultato poi valuti.
anche se cambiassi facoltà le persone che ti vogliono stare vicino trovano il modo di riuscirci, e poi chissà magari il politecnico è meglio?!
E comunque io investirei di pù nella formazione professionale, forse parlo così perchè ultimamente ho perso fiducia nei contatti con il prossimo)...sai...la gente è strana (come dico io!)..e qui ho detto tutto.